Real Mars, recensioni #3

Una splendida recensione a Real Mars è stata pubblicata qualche tempo fa dal Dr. Teophilus sul blog Recensioni dalla Galassia.

Ringraziamo Davide Corsetti per averci fatto conoscere il Dr. Teophilus e vi proponiamo qualche passaggio del suo articolo dedicato al romanzo di Alessandro Vietti:

“Cos’è che spinge miliardi di persone a perdere il sonno, a smettere di lavorare, a non parlare d’altro che dell’ultimo plot twist di uno show televisivo? Cos’è che riesce calamitare così profondamente l’attenzione dei terrestri d’inizio XXI secolo perché siano completamente avvinti dalle riprese di uno spettacolo, al punto che anche un condannato a morte chieda come ultimo desiderio quello di lasciare acceso il televisore sul canale di un programma televisivo durante la sua stessa esecuzione?”

” […] noi da lettori di questo libro ne diventiamo anche spettatori, e vogliamo saperne di più, sempre di più. Aspettiamo con impazienza che dalle pagine spunti il prossimo gossip, magari scritto in forma di uno scambio di opinioni e confidenze tra amici (tanto per farci anche un po’ di fatti loro), di talk show, di articolo scientifico o di cronaca, di tabloid, di sondaggio, di spot pubblicitario; qualsiasi forma assuma la notizia ci andrà bene se potrà svelarci qualcosa in più sui protagonisti che, si badi bene, dal nostro punto di vista di lettore-spettatore, non sono solo i quattro astronauti in viaggio verso Marte, ma tutto quell’arcipelago di persone che costellano lo spettacolo (come, ad esempio, il Mission Director, la psicologa della missione, la conduttrice, i produttori, gli autori, il veggente Madame, gli opinionisti, i conduttori televisivi, i giornalisti, ecc…), le famiglie degli astronauti (mogli, sorelle, ex mogli, fidanzati, ecc…), fino ad arrivare allo stuolo di spettatori che osserviamo mentre a loro volta osservano, discutono, vivono, attorno allo show.”

“Alessandro Vietti dà prova di una grande padronanza del linguaggio e della narrazione: prosa, lessico, meccaniche narrative e metanarrative sostengono un impianto narrativo articolato senza soffocarne la diegesi (la storia come pura esposizione degli eventi), ed anzi, partecipando – con un singolare gioco di ruoli – a rafforzare la trasformazione in lettore-spettatore e quindi l’immedesimazione di chi fruisce direttamente l’esperienza di Real Mars riuscendo letteralmente a farci “leggere un programma televisisvo come spettatori”.”

“[…] alla fine del romanzo forse colmerete i dubbi che vi sono rimasti dando credito all’ufficio stampa dell’ESA, ai giornalisti o a vostre personalissime supposizioni circa quanto successo realmente durante la missione spaziale. Tuttavia è questo il grande merito che questo e altri riusciti romanzi hanno: quello che lascia spazio all’immaginazione ed alla riflessione di ognuno circa la percezione e la ricerca di “un centro di gravità permanente che non ci faccia mai cambiare idea sulle cose sulla gente“, proprio come accade nel mondo reale.”

 

(leggi tutta la recensione sulle pagine di Recensioni dalla Galassia.)

Posted in Real Mars, Recensioni.